24 Luglio 2017 – Incendio a Bruzzano presso ditta di Stoccaggio Rifiuti

Incendio intorno alle 20, presso la ditta di Stoccaggio Rifiuti (Carluccio Srl) presente a Bruzzano, vicino a case e anche ad un asilo (fortunatamente in questo periodo chiuso), tanto fumo che si vede dai quartieri accanto Niguarda, Bresso, Comasina e anche Affori. Sul luogo, polizia, vigili del fuoco, ambulanze, per un totale di 15 o più mezzi, si ringraziano tutti per il lavoro incessante che stanno facendo per risolvere la situazione, purtroppo le cause ancora sono sconosciute. Sembrerebbe che il palazzo vicino (di 6 piani) sia stato fatto evaquare per precauzione (purtroppo non abbiamo fonti certe che confermino, ma utenti segnalano che è arrivato anche in casa tutto quel fumo…).
Si attendono aggiornamenti: sono le 22:30 e ancora brucia.. utenti sul posto segnalano:
L’incendio sembra avere ripreso forza, è stata allargata l’area di sicurezza. L’impianto ha in essere una convenzione con Amsa per lo stoccaggio di legna e materassi.”
il Comune di Milano -settore Educazione e Istruzione (tramite il loro canale social) comunica quanto segue:
AVVISO PER LE FAMIGLIE DEI BAMBINI DEL CENTRO ESTIVO DEL NIDO DI VIA SENIGALLIA Il nido di via Senigallia si trova nelle adiacenze dell’area interessata dell’incendio sviluppatosi alla Econova di via Senigallia a Bruzzano.
La struttura è stata compromessa dall’incendio e non risulta quindi idonea a ospitare le attività dei bambini che pertanto da domani mattina svolgeranno le attività insieme alle loro educatrici nella struttura del nido Merloni di via Merloni 2. Ulteriori informazioni seguiranno nei prossimi giorni.”
  25 Luglio 2017:
    • Ore 6:35 brucia ancora..o ancora comunque molto fumo
    • Ore 7:00 ancore fumo e aria “irrespirabile”
  • Ore: 8:30:
“L’incendio è ancora vivo nella parte più a sud, l’odore è forte anche se il fumo ora è bianco. L’asilo di via Senigallia è chiuso, e gli iscritti sono trasferiti momentaneamente in via Merloni. Per problemi con l’approvvigionamento dell’acqua i vigili del fuoco fanno fatica a contenere le esalazioni di fumo. Abbiamo chiesto che venga chiusa anche la via Morlotti per facilitare le operazioni di spegnimento che verosimilmente proseguiranno per tutta la giornata.”
 
  • Ore 11:45 ancora non è stato spento, il fumo è diventato bianco, ma l’aria nel quartiere (a seconda di come gira il vento) ancora non è buona, per non parlare del fumo che sembra vedere banchi di nebbia (definita così da alcuni bambini) di tanto in tanto..
 
  • Ore 12:15:
“L’incendio sembra ormai risolto, i Vigili del fuoco sono ancora al lavoro per la sistemazione del materiale bruciato. Alcune precisazioni sull’impianto: innanzitutto non è di stoccaggio, ma di trattamento di ridimensionamento dei materiali ingombranti quali mobili (legname) e materassi, trattamento previo lo stoccaggio in altre strutture. La responsabilità è ancora da accertare, ma se come sembra non ha funzionato correttamente l’impianto antincendio ricadrebbe interamente sui gestori. L’azienda è fornitrice di Amsa e del Comune di Milano per questo tipo di servizi, lo ricordo soprattutto a chi sta cercando di fare polemica politica quando invece il proprio ruolo istituzionale in questi momenti imporrebbe serietà e senso di responsabilità.”
  • ore 13:00:
sul sito arpalombardia.it arrivano aggiornamenti: http://www.arpalombardia.it/Pages/INCENDIO-BRUZZANO%2C-ARPA-CONTINUANO-I-MONITORAGGI-.aspx
Oggi alle 13.30 a Palazzo Marino il Comune ha incontrato tutte le Istituzioni per fare chiarezza sull’incendio di via Senigallia e spiegare ai cittadini quanto è avvenuto e le precauzioni da tenere. La stessa sinergia dovrà essere utilizzata perchè non accadano più situazioni come quella di stanotte, vicino alle scuole, vicino alle case: la salute di tutti è troppo importante. Noi vigileremo e ci muoveremo, insieme a tutti. INCENDIO MILANO. NON RISULTANO SITUAZIONI DI PERICOLO PER LA SALUTE PUBBLICA  Continua il presidio e il monitoraggio di Vigili del fuoco, Comune, Regione, Città Metropolitana, Arpa e Ats Milano, 25 luglio 2017 – Non risultano situazioni pericolose per la salute pubblica a seguito dell’incendio divampato ieri in un impianto di stoccaggio di rifiuti urbani speciali non pericolosi di Bruzzano. È quanto emerge dall’incontro che si è tenuto nel pomeriggio a Palazzo Marino tra i tecnici del settore Ambiente di Città metropolitana, Regione Lombardia e Comune di Milano, Ats, Arpa, Vigili del fuoco, al quale hanno preso parte anche i comuni di Novate, Cormano, Bresso e Cinisello Balsamo e il Municipio 9. Vigili del fuoco, Arpa e Ats hanno analizzato la composizione del fumo nero e denso che fin da ieri sera si è diffuso da Bruzzano verso tutta la città e i comuni confinanti e non risultano esservi attualmente microinquinanti in concentrazioni significative e tali da creare effetti nocivi per la salute, tuttavia le analisi e i monitoraggi continueranno nelle prossime ore e nei prossimi giorni per verificare l’evoluzione della situazione. Le fiamme sono state ormai domate dai Vigili del fuoco e l’incendio è in fase di spegnimento, ma bisognerà attendere ancora una quindicina di ore prima che cessino completamente la combustione e la produzione di fumi all’interno dell’impianto di stoccaggio che operava a seguito delle autorizzazioni rilasciate dalla Regione e dalla Città Metropolitana. Non sono state disposte evacuazioni ma si consigliano comunque alcune normali precauzioni: evitare di esporsi ai fumi, di svolgere attività all’aria aperta in prossimità dell’incendio, di tenere chiuse le finestre. Comune, Regione, Città Metropolitana, Arpa, Ats e Vigili del fuoco continuano a coordinare le attività di presidio e di monitoraggio.
foto delle 18:00:
incendio_bruzzano_al_25_luglio_2017incendio_bruzzano_al_25_luglio_2017incendio_bruzzano_al_25_luglio_2017incendio_bruzzano_al_25_luglio_2017
 26 Luglio 2017:
  • Ore 07:30: i pompieri sono ancora all’opera per contenere il fumo
stato_incendio_al_26_Luglio Purtroppo non è la prima volta che accade, anche nel 2013 ci fù un altro incendio. I residenti si chiedono come mai ancora non sia stata fatta chiudere o comunque spostare dalle vicine abitazioni, in tutto il quartiere ma anche in alcune vie di Milano (verso il centro) si sente odore e/o si vede la colonna di fumo…. L’azienda dovrebbe smaltire soltanto rifiuti NON pericolosi, ma tanti utenti vorrebbero averne la conferma dato che l’odore è pessimo (aria irrespirabile) e soprattutto dopo più di 14 ore di fuoco le persone non possono tenere le finestre aperte e si preoccupano per la loro salute. (foto prese dal gruppo di Sei di Bruzzano Se… )